Aloe Vera Detox

Ci vuole un fiore

Non contiene acqua, glutine e OGM.


Scelta di benessere

aloe-integratori-famiglia

Componenti e principali attività

La radice possiede proprietà depurative, in quanto stimola la funzionalità biliare, epatica e renale, cioè attiva gli organi emuntori (fegato, reni, pelle) adibiti alla trasformazione delle tossine, nella forma più adatta alla loro eliminazione (feci, urina, sudore).
I principali componenti del suo fitocomplesso, tra cui l’inulina, conferiscono alla pianta anche proprietà disintossicanti nei confronti del fegato, favoriscono l’eliminazione delle scorie (zuccheri, trigliceridi, colesterolo e acidi urici) rendendo il tarassaco una pianta epatoprotettiva, indicata in caso di insufficienza epatica, itterizia e calcoli biliari.

La radice possiede proprietà depurative, in quanto stimola la funzionalità biliare, epatica e renale, cioè attiva gli organi emuntori (fegato, reni, pelle) adibiti alla trasformazione delle tossine, nella forma più adatta alla loro eliminazione (feci, urina, sudore).
I principali componenti del suo fitocomplesso, tra cui l’inulina, conferiscono alla pianta anche proprietà disintossicanti nei confronti del fegato, favoriscono l’eliminazione delle scorie (zuccheri, trigliceridi, colesterolo e acidi urici) rendendo il tarassaco una pianta epatoprotettiva, indicata in caso di insufficienza epatica, itterizia e calcoli biliari.

L’Aloe Vera, è una pianta che appartiene alla famiglia delle Aloeacee; è molto resistente e cresce spontaneamente in climi secchi e aridi. Utilizzata in cosmetica e come integratore alimentare ed era già conosciuta presso gli Egizi, i Cinesi, gli Indiani e gli Arabi. In tempi moderni la sua diffusione avviene negli anni Cinquanta come rimedio fitoterapico per il trattamento delle ustioni e in seguito come attivo per le creme idratanti e succo da bere.

La parola Aloe pare discendere dal termine arabo alua, che vuol dire “amaro”, che in effetti è il sapore del succo completo che si estrae dalla pianta.

Da qualunque pianta di Aloe è possibile ottenere due tipi di estratti, il succo e il gel, con caratteristiche chimico-fisiche molto diverse tra loro.

Il succo di Aloe è ottenuto per percolazione dalle foglie preventivamente incise. Il liquido così raccolto è fatto essiccare fino a ottenere una massa che – una volta raffreddata – assume una consistenza vetrosa. I principali componenti chimici del Succo di Aloe sono:

• Glucosidi Antrachinonici (tra cui l’Aloina), è a questi composti che si deve il drastico effetto lassativo del succo di Aloe

• Flavonoidi

Il Gel di Aloe si ottiene dalla parte centrale gelatinosa della foglia, per compressione o estrazione, da cui si ricava un prodotto privo – o comunque con quantità molto basse – di principi antracenici. Il Gel di Aloe non ha nulla a che vedere con gli antrachinoni e le proprietà lassative tipiche del Succo di Aloe.

Il gel non è una droga lassativa, per cui non deve contenere antrachinoni o il loro quantitativo deve essere molto basso.

L’Aloe Vera, è una pianta che appartiene alla famiglia delle Aloeacee; è molto resistente e cresce spontaneamente in climi secchi e aridi. Utilizzata in cosmetica e come integratore alimentare ed era già conosciuta presso gli Egizi, i Cinesi, gli Indiani e gli Arabi. In tempi moderni la sua diffusione avviene negli anni Cinquanta come rimedio fitoterapico per il trattamento delle ustioni e in seguito come attivo per le creme idratanti e succo da bere.

La parola Aloe pare discendere dal termine arabo alua, che vuol dire “amaro”, che in effetti è il sapore del succo completo che si estrae dalla pianta.

Da qualunque pianta di Aloe è possibile ottenere due tipi di estratti, il succo e il gel, con caratteristiche chimico-fisiche molto diverse tra loro.

Il succo di Aloe è ottenuto per percolazione dalle foglie preventivamente incise. Il liquido così raccolto è fatto essiccare fino a ottenere una massa che – una volta raffreddata – assume una consistenza vetrosa. I principali componenti chimici del Succo di Aloe sono:

• Glucosidi Antrachinonici (tra cui l’Aloina), è a questi composti che si deve il drastico effetto lassativo del succo di Aloe

• Flavonoidi

Il Gel di Aloe si ottiene dalla parte centrale gelatinosa della foglia, per compressione o estrazione, da cui si ricava un prodotto privo – o comunque con quantità molto basse – di principi antracenici. Il Gel di Aloe non ha nulla a che vedere con gli antrachinoni e le proprietà lassative tipiche del Succo di Aloe.

Il gel non è una droga lassativa, per cui non deve contenere antrachinoni o il loro quantitativo deve essere molto basso.

Utilizzata per millenni come rimedio per i problemi epatici per la sua azione coleretica (stimola la produzione di bile e acidi biliari).

Utilizzata per millenni come rimedio per i problemi epatici per la sua azione coleretica (stimola la produzione di bile e acidi biliari).