Hyaluronic Total Body Joint

Articolazioni doloranti?

Non contiene glutine, lattosio.


Aiuta a prevenire la corretta funzionalità di ossa e cartilagini.

Antidolorifici2

Componenti e principali attività

Amino-zucchero idrosolubile, principale costituente dell’Acido Ialuronico. Tale sostanza, totalmente solubile in acqua, non irritante e fisiologica, è utilizzata da cheratinociti e fibroblasti per la neo-sintesi dell’Acido Ialuronico. Un recente studio ha evidenziato l’attività della NAG di inibire le collagenasi.

Grazie a queste funzioni biologiche l’integrazione di NAG risulta particolarmente utile nel contrastare il depauperamento fisiologico dei tessuti sinoviali e l’assottigliamento delle cartilagini.

Amino-zucchero idrosolubile, principale costituente dell’Acido Ialuronico. Tale sostanza, totalmente solubile in acqua, non irritante e fisiologica, è utilizzata da cheratinociti e fibroblasti per la neo-sintesi dell’Acido Ialuronico. Un recente studio ha evidenziato l’attività della NAG di inibire le collagenasi.

Grazie a queste funzioni biologiche l’integrazione di NAG risulta particolarmente utile nel contrastare il depauperamento fisiologico dei tessuti sinoviali e l’assottigliamento delle cartilagini.

Sodio ialuronato ad alto peso molecolare (1800-2200 kDa).

È una delle sostanze endogene principalmente coinvolte nella sintesi dei tessuti connettivi, di cui è costituente primario.

Un apporto esogeno di acido ialuronico contribuisce a preservare e ricostituire la matrice extracellulare.

Sodio ialuronato ad alto peso molecolare (1800-2200 kDa).

È una delle sostanze endogene principalmente coinvolte nella sintesi dei tessuti connettivi, di cui è costituente primario.

Un apporto esogeno di acido ialuronico contribuisce a preservare e ricostituire la matrice extracellulare.

Coinvolta nella sintesi endogena del cortisolo.

Il cortisolo ostacola i processi infiammatori nelle articolazioni tipici dell’artrosi e inoltre è importante per la rigenerazione della sostanza cartilaginea.

Coinvolta nella sintesi endogena del cortisolo.

Il cortisolo ostacola i processi infiammatori nelle articolazioni tipici dell’artrosi e inoltre è importante per la rigenerazione della sostanza cartilaginea.

È un albero della famiglia delle Burseraceae molto fogliato. È conosciuta come albero dell’incenso infatti, incidendone la corteccia, si ottiene un essudato resinoso che, una volta essiccato costituisce il ben conosciuto incenso, è utilizzato come fragranza e, in fitoterapia, per le sue molteplici attività benefiche.

Questa resina vanta un fitocomplesso ricco in olio essenziale (costituito soprattutto da pinene, dipentene e fellandrene), resine (costituite da acido alfa-boswellico, acido 3-acetilbeta-boswellico e altri acidi boswellici), mucillagini. Gli acidi boswellici costituiscono la famiglia di composti più attiva all’interno del fitocomplesso.

L’attività principalmente riconosciuta è quella antinfiammatoria.

È un albero della famiglia delle Burseraceae molto fogliato. È conosciuta come albero dell’incenso infatti, incidendone la corteccia, si ottiene un essudato resinoso che, una volta essiccato costituisce il ben conosciuto incenso, è utilizzato come fragranza e, in fitoterapia, per le sue molteplici attività benefiche.

Questa resina vanta un fitocomplesso ricco in olio essenziale (costituito soprattutto da pinene, dipentene e fellandrene), resine (costituite da acido alfa-boswellico, acido 3-acetilbeta-boswellico e altri acidi boswellici), mucillagini. Gli acidi boswellici costituiscono la famiglia di composti più attiva all’interno del fitocomplesso.

L’attività principalmente riconosciuta è quella antinfiammatoria.

Costituente endogeno primario del tessuto connettivo. L’utilizzo del collagene idrolizzato, per ottenere un minor peso molecolare, migliora sensibilmente la disponibilità di questo attivo. Da un punto di vista chimico, il collagene idrolizzato consiste in proteine il cui range di peso molecolare va dai 0,5 ai 13,5 kDalton. È una sostanza non gelificante che è disciolta facilmente in acqua calda.

Costituente endogeno primario del tessuto connettivo. L’utilizzo del collagene idrolizzato, per ottenere un minor peso molecolare, migliora sensibilmente la disponibilità di questo attivo. Da un punto di vista chimico, il collagene idrolizzato consiste in proteine il cui range di peso molecolare va dai 0,5 ai 13,5 kDalton. È una sostanza non gelificante che è disciolta facilmente in acqua calda.

Contrasta affaticamento e debolezza muscolare.

Contrasta affaticamento e debolezza muscolare.